AMENDOLARA.EU - Foto, Video, Cultura, Tradizioni ed Eventi

Cerca

Vai ai contenuti

L'Espresso Documento: Clandestini in redazione, di Rocco Turi

Centro Studi per Amendolara



Un amendolarese scrive su L'Espresso

Il sociologo Rocco Turi è il massimo esperto italiano
sulla genesi partigiana in Cecoslovacchia e sulla vera storia della Gladio Rossa


L'Espresso
Direttore: Giovanni Valentini
SETTIMANALE DI POLITICA - CULTURA - ECONOMIA
N. 38 - ANNO XXXVI - 23 SETTEMBRE, p. 52.

DOCUMENTO
Clandestini in redazione
Di Rocco Turi

In quei primi anni del dopoguerra, alcuni ex partigiani rifugiati nella capitale cecoslovacca vennero destinati a occuparsi di propaganda politica tramite la radio. Esisteva già Radio Praga, ed è al suo interno che si decise di dar vita a una redazione clandestina confusa con quella ufficiale. A far parte di questa redazione vennero chiamati gli emigrati "politici" italiani.
"Nel linguaggio segreto", racconta un impiegato cecoslovacco che ha lavorato per molti anni negli studi di Radio Praga, "veniva chiamata redazione "B", e si occupava della trasmissione "Oggi in Italia", che veniva diffusa da una villa costruita al centro di Praga. In quella villa, al mattino lavorava la redazione ufficiale, cioè quella "A", che nulla aveva in comune con l'altra se non gli strumenti e l'attrezzatura. Di sera, invece, veniva trasmesso dalla redazione "B" un vero e proprio notiziario presentato come "Voce degli emigrati italiani di tutto il mondo".
Tra la fine degli anni Quaranta e l'inizio degli anni Cinquanta, questo programma era molto seguito. Fra l'altro, gli ascoltatori di "Oggi in Italia" avevano la possibilità di inviare lettere alla Radio utilizzando una casella postale che si trovava a Berlino est (e da questa le lettere venivano in seguito portate a Praga).
Radio Praga ufficiale in lingua italiana, nel giorno del debutto, venne presentata con grande enfasi e risalto nella prima pagina del giornale "Democrazia Popolare". Autore dell'articolo era Catullo Uhrmacher, una firma illustre tra i giornalisti cecoslovacchi di quegli anni. Uhrmacher, nella sua prosa magniloquente, parla di una grande iniziativa politica "che mai nessun paese al mondo aveva intrapreso a favore degli stranieri". Non c'è dubbio, però, che per molti anni la funzione di questa trasmissione risultò essenziale ai fini della propaganda politica.



Per un utile approfondimento leggi il seguente libro, pubblicato quattordici anni più tardi:

Rocco Turi
GLADIO ROSSA
Una catena di complotti e delitti dal dopoguerra al caso Moro
Collana Gli specchi
Editore Marsilio, Venezia
2004


Libro esaurito ma consultabile in centinaia di biblioteche in Italia e all'estero.
I lettori degli Stati Uniti possono rivolgersi alla Library of Congress.

www.amendolara.eu
24 marzo 2013



Home | Presentazione | News | Galleria Fotografica | Monumenti | Feste e Tradizioni | Video | Contatti | Download | Links | Guestbook | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu