AMENDOLARA.EU - Foto, Video, Cultura, Tradizioni ed Eventi

Cerca

Vai ai contenuti

La recensione: Neofeudalesimo meridionale

Centro Studi per Amendolara



IL TIRACCIO, anno XXIV, n.2, febbraio - marzo 1998, p.3
La recensione: Neofeudalesimo meridionale.
Di Rocco Turi


Pubblicato in edizione economica uno dei libri più venduti del nostro tempo: <<Volevo i pantaloni>> di Lara Cardella. Un invito a leggerlo è rivolto a chi non lo ha mai fatto fino ad ora. <<Volevo i pantaloni>> è un volume che nasce dal conflitto fra le idee emancipate e progredite di una ragazza per bene con una realtà tardo conservatrice di un paese da ella ritenuto più che arretrato. Un paese a cui la ragazza - tuttavia - è rimasta sempre profondamente legata.
Le orecchie di Lara Cardella, autrice del volume, hanno ascoltato tutte le improperie e le offese tipiche di pochissimi personaggi, invidiosi del suo successo, appartenenti ad una sconcertante realtà sociale del profondo sud italiano per la quale essi non intendevano riconoscere il ritardo culturale e l'assenza della emancipazione più elementare. I personaggi ritenutisi offesi dal libro sono risultati, alla fine, quelli perdenti. Lara è divenuta fra le scrittrici italiane più famose e snobba abbondantemente i suoi iniziali detrattori. Il suo paese non fa più parte degli scritti sociali della Cardella. Le platee sono ben diverse. A distanza stratosferica dalle altrui platee.
Il caso di Lara Cardella non è isolato.
Altri scrittori, nelle identiche condizioni di Lara, anch'essi in ben altre platee, scrivono ora libri a diffusione internazionale.
E, con il successo, snobbano abbondantemente i loro detrattori, avvinghiati al loro grigio e anonimo destino di uomini senza storia. Piccoli personaggi di sconcertanti realtà sociali del neofeudalesimo meridionale.
Una paradossale coincidenza riporta nelle librerie un volume da non perdere: "Gli invidiosi" di cui il sociologo Francesco Alberoni è autore. Si tratta di uno sguardo profondo sull'invidia, demone della società contemporanea, che colpisce tutti coloro che, piuttosto di studiare e imparare, o leggere un libro che fa bene alla salute, preferiscono che anche altri restino nell'ignoranza. Sono personaggi che parlano a vanvera, che non parlano al momento giusto, cha parlano quando non sono interpellati, che parlano sempre, solo perché sono provvisti di una bocca, o che non parlano mai perché hanno la testa vuota e credono che gli altri non se ne siano accorti.


www.amendolara.eu
Maggio 2012


Home | Presentazione | News | Galleria Fotografica | Monumenti | Feste e Tradizioni | Video | Contatti | Download | Links | Guestbook | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu