AMENDOLARA.EU - Foto, Video, Cultura, Tradizioni ed Eventi

Cerca

Vai ai contenuti

In ricordo di Angela Bianchi

Centro Studi per Amendolara



IL TIRACCIO, anno XX, n.1, gennaio 1994, p.7.

Rubrica Minicronaca.
In ricordo di un'affezionata lettrice del Tiraccio: Angela Bianchi.
Di Rocco Turi


Docente appassionata di lettere alla scuola media di Trebisacce a poi ad Amendolara, da oltre trent'anni la signorina Bianchi è stata esempio e modello culturale per centinaia di giovani che hanno seguito le sue lezioni. Angela Bianchi ha lasciato il ricordo della semplicità, della modestia e dei valori della tradizione. Con i suoi studenti, infatti, amava compiere viaggi a ritroso nel tempo alla ricerca di radici e passioni da indicare come esempio e come guida. Era sentimentale, romantica, nostalgica. Amava il passato, le storielle antiche e provava un gran divertimento nel rievocarle: era un modo - quasi - di ricusare la società cosiddetta moderna che la circondava. Essì, ha conosciuto anche lei il clima conflittuale e fazioso degli anni ottanta ad Amendolara. Non preferiva parlarne. Amava rievocare cose antiche e idealizzate, il suo viaggio in Argentina, gli sprazzi lieti della sua giovinezza e le storielle immortalate dalla sua penna che ha voluto offrirmi in lettura. Simpatiche. Amava inseguire palloncini, ognuno dei quali, come mi spiegò, porta con sé gioie e amarezze. Proprio come scorre la vita di ognuno.


Testo pubblicato con foto della prof. Bianchi.
Archivio CSA: grande foto panoramica di Amendolara imbiancata dalla neve, avuta in regalo dalla signorina Angela Bianchi.


Oggi, maggio 2012, ho il piacere di ricordare la signora Rachelina, cugina della professoressa Angela Bianchi che, come meteora (insieme al marito avvocato) proveniente da Crema, è transitata da Amendolara Marina per poi stabilirsi definitivamente a Trebisacce. Nei pochi incontri per un the pomeridiano facevamo piacevoli chiacchierate sulle differenze culturali nord - sud e sugli errori commessi ritornando a vivere nel meridione; discutevamo sulla qualità dei vini e sulla letteratura italiana. Per me fu un onore ricevere l'inatteso regalo delle opere di Luigi Pirandello in 6 volumi, le opere di Gabriele D'Annunzio in 1 volume e un'antica bottiglia di Stock Triple Sec, che conservo come ricordo di raro esempio di aperte, illuminanti e creative conversazioni fatte ad Amendolara.


www.amendolara.eu
Maggio 2012


Home | Presentazione | News | Galleria Fotografica | Monumenti | Feste e Tradizioni | Video | Contatti | Download | Links | Guestbook | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu