AMENDOLARA.EU - Foto, Video, Cultura, Tradizioni ed Eventi

Cerca

Vai ai contenuti

La protesta di un lettore

Centro Studi per Amendolara



Calabria, anno XXI, n.93, maggio 1993, p.31


IN MATERIA DI MAFIA E MAFIOSI NON SI ACCETTANO GENERALIZZAZIONI


Egregio Direttore,
leggo a pagina 75 del n. 91 (Marzo 1993) del mensile
<<Calabria>> nell'articolo a firma Rocco Turi che <<Cittanova, Taurianova, Oppido Mamertina, Molochio sono località nelle quali la mafia ha controllato minuziosamente il territorio e nelle quali faide antiche si intrecciano con una cultura arcaica radicata nell'aria e nel sangue>>.
Mentre è possibile non contestare il riferimento agli altri centri indicati debbo tuttavia obiettare all'illustre articolista che il suo assunto (essere Molochio un centro ad alta mafiosità) è completamente errato nei presupposti storici e di fatto.
Il Sig. Turi parla di <<faide antiche che si intrecciano con una cultura arcaica radicata nell'aria e nel sangue>>. Quando mai?! Come Molochiese che sebbene residente fuori Calabria, conosce la storia e vive la vita di ogni giorno della propria patria sono fortemente indignato per la leggerezza con cui il Sig. Turi affibbia il diffamante epiteto di <<mafiosa e sanguinaria>> alla civile comunità di Molochio che è fatta di gente per bene di lavoratori, artigiani e professionisti che si sono affermati nei rispettivi campi di attività.
Non è negabile che isolati episodi mafiosi si siano verificati, purtroppo, anche a Molochio; ma da qui a disegnare in così truci tinte - come ha fatto il Turi - i cittadini di Molochio certo ne corre e sarebbe certo opportuno che l'articolista citasse i fatti e le faide che farebbero etichettare - secondo lui - Molochio come centro di alta mafiosità.
Ritengo, infatti, che in argomenti tanto delicati che toccano la moralità delle persone prima di lanciare accuse di così elevata gravità, bisognerebbe documentarsi un attimino ed usare tutta la prudenza ed il buon senso necessari onde evitare ingiuste ed ingiustificate generalizzazioni.
Non mi pare che nel caso di specie il Sig. Turi abbia fatto uso di tali elementi e tale fatto, non può essere lasciato senza censura.
La ringrazio per l'attenzione che vorrà riservare a questa mia lettera, di cui autorizzo la pubblicazione, e mentre mi congratulo per la cura che dedica a <<Calabria>> che reputo valido strumento informativo. La saluto con viva cordialità.

Avv. Massimo Caruso
Roma


www.amendolara.eu
gennaio 2013


Home | Presentazione | News | Galleria Fotografica | Monumenti | Feste e Tradizioni | Video | Contatti | Download | Links | Guestbook | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu