AMENDOLARA.EU - Foto, Video, Cultura, Tradizioni ed Eventi

Cerca

Vai ai contenuti

L'Albidonese. Una rivista fatta con il cuore nella lontana Argentina

Centro Studi per Amendolara



IL TIRACCIO, anno XXIX, n.1, gennaio 2004, p.5.
L'Albidonese.
Una rivista <<fatta con il cuore>> nella lontana Argentina.
Di Rocco Turi


Festeggiati a Buenos Aires i quindici anni e i 175 numeri dell'ALBIDONESE, "la rivista fatta con il cuore" - come spiega il suo sottotitolo.
Proprio da Albidona nel '50, su un bastimento pieno di sogni, speranze e paure partì il suo fondatore e direttore Michele Munno. A Buenos Aires si dedicò a vari lavori e coltivò sempre la sua grande passione giornalistica, specialmente negli anni in cui gestì una libreria molto frequentata fino al 1988. Con la chiusura dell'attività fece un viaggio in Italia e al ritorno fondò la sua rivista "del cuore" per riprendere il legame interrotto con la natia Albidona.
Con questa rivista Michele Munno ha sconfitto la nostalgia per il paesino che lasciò 53 anni fa e con la sua dolce moglie di origine pugliese, i suoi tre figli affermati professionisti e il suo orticello, dove coltiva i frutti della memoria, un vero frammento di Albidona riprodotto in Sudamerica, vive bene in Argentina nonostante la latente crisi. E vive soprattutto in modo frenetico i suoi anni da "senatore" della grandissima collettività italiana, laddove è stato artefice della scuola italiana e vice Presidente dell'<<Unione e Benevolenza>>, l'Associazione italiana più antica e prestigiosa di Buenos Aires. E proprio negli anni scorsi il nostro amico Michele è stato insignito della onorificenza di Cavaliere delle Repubblica italiana dal Presidente Carlo Azeglio Ciampi. Una grande soddisfazione per Michele Munno!
Oggi all'età di 74 anni, attraverso il suo giornale L'ALBIDONESE lo vediamo sempre presente in occasione delle visite di personaggi illustri: con l'ex Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro, in visita ufficiale in Argentina, nella sede dell'Associazione "Unione e Benevolenza" in compagnia del gruppo folk calabrese, poi con il Presidente Ciampi e con i deputati e Ministri, che periodicamente si recano in visita ai nostri connazionali d'Argentina, con il Presidente della Regione Calabria Chiaravalloti.
Sull'ALBIDONESE, a cui il Cavaliere Michele Munno dedica oggi quasi tutto il suo tempo si possono ritrovare le tradizioni popolari e la cultura antica dell'Alto Jonio, storie e leggende, corrispondenze e cronaca.
Ma le battaglie giornalistiche di Michele Munno sono rivolte alla diffusione della cultura e della lingua italiana fra le giovani generazioni di Buenos Aires: un problema spinoso non ancora risolto. Nonostante la colonia italiana sia la più numerosa, la nostra lingua infatti non trova adeguato spazio nelle scuole argentine. Anzi, da seconda lingua studiata nel passato è stata ormai relegata a "lingua opzionale".
Intanto all'ALBIDONESE non sfugge l'importanza della distribuzione giornaliera in Argentina dei principali quotidiani italiani. <<Queste iniziative editoriali - ha spiegato Munno - sono molto più valide di tanti viaggi di ministri, deputati e politici, per sentirci più vicini alla nostra Patria>>. Un evento che i nostri connazionali aspettavano da tempo.
Munno rileva inoltre che la collettività calabrese e anche albidonese, purtroppo, non sempre vivono di sufficiente afflato collettivo. Il suo più grande desiderio è proprio di riunire in una festa tutti insieme i corregionali della diaspora per superare conflitti e ostilità, sempre latenti nella grande colonia dei nostri calabresi d'oltre oceano.
Ma per chiudere questo piccolo pensiero di Natale e per il nuovo anno rivolto a Michele Munno, non possiamo esimerci dall'invitare i cittadini dell'Alto Jonio, soprattutto gli albidonesi, a sostenere con un nuovo abbonamento questa piccola rivista "fatta con il cuore". Un versamento di 150 Euro potrà essere fatto al conto n.6166003035 intestato a Michele Munno presso la Banca HSBC, succursale "La Piedad" 616 - Paranà 242 di Buenos Aires (Argentina). Sono necessari ben 16 Euro per la spedizione della rivista! Ma siate sicuri: la riceverete puntualmente ogni mese…


Nota del giugno 2011. Un articolo pubblicato sull'Albidonase n.259, dicembre 2010, p.12, rievoca la vicenda del furto sacrilego della spada di San Michele Arcangelo nella Chiesa Madre di Albidona, commesso il 7 maggio 1931. L'autore del furto, individuato dai Carabinieri, fu un cittadino diciottenne di Amendolara. (RT)


www.amendolara.eu
Maggio 2012


Home | Presentazione | News | Galleria Fotografica | Monumenti | Feste e Tradizioni | Video | Contatti | Download | Links | Guestbook | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu