AMENDOLARA.EU - Foto, Video, Cultura, Tradizioni ed Eventi

Cerca

Vai ai contenuti

Requiem per il Liceo classico di Amendolara Marina

Centro Studi per Amendolara



IL TIRACCIO, anno XX, n.5, giugno 1994, p.9.

Requiem per il Liceo classico di Amendolara Marina.
Di Rocco Turi


Luglio 1994. Muore il liceo di Amendolara. Da alcuni anni tutti gli amendolaresi si erano ormai abituati all'idea. Perciò oggi l'evento passa del tutto inosservato. Per la storia, invece, è bene ricordarlo.
In parecchi hanno decretato la morte di questa scuola, agonizzante sin dal primo momento. Coloro che hanno lasciato passare sulla propria testa gli eventi ne sono i principali responsabili. Per la verità, fra i tanti è necessario escludere l'avv. Giovanni Laviola il quale - come sindaco - aveva mostrato interesse al buon funzionamento tecnico logistico del liceo e per favorirne la frequenza. Anche Nicola Gerundino - recentemente scomparso - si è prodigato con sacrificio affinché le iscrizioni al liceo fossero sempre sufficienti per garantire la regolarità del corso degli studi. Affrontò anche dei viaggi fuori provincia. Si recò persino a Nova Siri alla ricerca di ragazzi che fossero disposti e motivati a scegliere di frequentare il liceo di Amendolara Marina. Quando poi i ragazzi lucani diedero forfait fu l'iniziò della fine per la scuola amendolarese.
Di certo nessuno avrebbe potuto agire sugli altri fattori che ne hanno decretato una fama non esemplare di liceo modello. L'agonia portò alla morte.
Accanto a tante responsabilità non può escludersi chi non ha reagito al vocìo e ai sussurri. Le iscrizioni diminuivano e i bisbigli aumentavano. Trasferimenti di studenti, critiche sottovoce, accuse poco gradevoli non hanno mai scalfito nessuno. In questa scia latente figuriamoci se altri avrebbero preso a cuore il liceo per sostenerne le iscrizioni e farlo rinascere!
Il liceo di Amendolara, pomposamente intitolato a Publio Virgilio Marone, muore così per responsabilità che circolano di bocca in bocca. Muore il liceo di Amendolara perché il lavoro coscienzioso di quegli studenti che possedevano solo l'arma dello studio e del sacrificio non dava frutti e soddisfazione al confronto di altre qualità e/o categorie valutative forse non necessarie, né oggettive.
Con la soppressione del liceo classico di Amendolara Marina un nuovo passo indietro viene compiuto in questo paese, definito glorioso e di antica cultura. Sarà l'ultimo dei passi regressivi o ve ne saranno ancora altri? Per ora c'è tutta un'aria di smobilitazione. Pare che si attenda la fine di questo secolo per rinascere nel duemila. Tuttavia, alcuni segnali di risveglio apparirebbero all'orizzonte. Vedremo.


<<Sii puro, fedele a te stesso, padrone dei tuoi istinti, credi in te, non attendere l'approvazione, la simpatia, la riconoscenza degli altri. Pensa che hai un'opera da compiere, che il tempo perduto è un furto, che lo scoraggiamento è una debolezza, che la sola pace è quella della coscienza>>.
(Da: <<Riuscire>>, M.Quost, Sei, Torino, 1960).

Il "Centro Studi per Amendolara" dedica questo brano a quei giovani del paese che sono sensibili ai processi culturali innovativi e creativi della conoscenza. Che studiano con impegno individuale. Che lavorano con l'uso delle uniche proprie forze. Che sono volitivi e concreti. Che non badano alle chiacchiere, ai vaniloqui, alle sciocchezze e alle raccomandazioni.

www.amendolara.eu
marzo 2012





Home | Presentazione | News | Galleria Fotografica | Monumenti | Feste e Tradizioni | Video | Contatti | Download | Links | Guestbook | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu