AMENDOLARA.EU - Foto, Video, Cultura, Tradizioni ed Eventi

Cerca

Vai ai contenuti

Restituita al culto la chiesetta di S. Antonio

Centro Studi per Amendolara



IL TIRACCIO, anno XVIII, n.6, giugno 1992, p.5.
Amendolara Marina.
Restituita al culto la chiesetta di S. Antonio.
Di Rocco Turi


Restituita al culto la rustica chiesetta di S.Antonio da Padova ad Amendolara Marina. L'evento è stato celebrato con una suggestiva cerimonia religiosa inaugurale che si è poi conclusa con i tradizionali e sempre affascinanti fuochi pirotecnici.
Una festa con canti, riffa, mercato dei marocchini - ormai integrati anch'essi nel tessuto sociale amendolarese - hanno dato l'occasione per fare quattro chiacchiere fra vecchi e nuovi amici.
Il tempio, che risale al secolo scorso, fu colpito da un fulmine nel 1960 e con il passare degli anni, non avendo ricevuto alcuna opera di restauro, diventò un rudere. Ricostruito a seguito di una volontaria sottoscrizione fra gli abitanti, promossa da Don Saverio Viola, nuovo sacerdote della Marina, la chiesetta è ritornata alla sua antica fruizione.
Fino al 1960 il luogo ha rappresentato il punto di riferimento religioso dei pochi abitanti di Amendolara Marina e della campagna circostante. Qui si svolgevano tutte le funzioni e i riti della tradizione cristiana amendolarese. Nel corso della cerimonia inaugurale, infatti, i più adulti hanno ricordato con un pizzico di nostalgia aneddoti ed episodi legati alla propria vita: matrimoni, cresime ed anche piccole scene di vita familiare che si svolsero intorno all'antica cappelletta.
Qualcuno ha riportato alla ribalta i problemi economici dell'epoca quando i fedeli si tassavano di dieci o venti lire nei confronti del noleggiatore del paese, affinché fosse possibile trasportare il vecchio sacerdote Don Antonio Propati per celebrare il rito della messa domenicale. Altri sono andati con la memoria ancora più lontano, rievocando Don Giovanni Graziano, il sacerdote che visse ad Amendolara ai primi del secolo. Anni ricordati con nostalgia e amarezza. Amarezza nei confronti di chi oggi non c'è più; nostalgia per una vita sana e campagnola da molti auspicata contro lo stress e il superlavoro.
"Siamo tutti contenti" è stato il commento finale di quelle centinaia di amendolaresi puro sangue che alla chiesetta di S. Antonio da Padova sono rimasti legati da un solido vincolo ancestrale. Tutti hanno espresso il desiderio di ritrovarsi ancora il prossimo anno.


IL TIRACCIO è il mensile dell'Alto Jonio cosentino di attualità ed informazione, fondato e diretto da Raffaele Galasso a Trebisacce.


www.amendolara.eu
Maggio 2012


Home | Presentazione | News | Galleria Fotografica | Monumenti | Feste e Tradizioni | Video | Contatti | Download | Links | Guestbook | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu