AMENDOLARA.EU - Foto, Video, Cultura, Tradizioni ed Eventi

Cerca

Vai ai contenuti

Ricetta per il decotto all'uso di Amendolara

Centro Studi per Amendolara



IL BEATO ANGELO, anno LXIX, n. 4-5, maggio-giugno 1993, p. 16.
Ricetta per il decotto all'uso di Amendolara.
Di Rocco Turi


Ingredienti: Radici di malva verde con poche foglie, spontaneamente cresciuta sui terreni marginali, oppure fiori e foglie di malva secca conservata dalla primavera; fichi secchi di Amendolara; chicchi di orzo; bucce di melograno; bucce di mandorle; garrube.
Esecuzione: Tutti gli ingredienti si depongono in una vecchia pignatta di terracotta (c.d. di creta) e questa si riempie con acqua e la si pone accanto al fuoco del caminetto. Si lascia bollire facendo evaporare il 50% dell'acqua. Il liquido rimasto si beve nel corso della giornata per tre quattro volte tenendo la pignatta sempre al caldo vicino al fuoco. La mattina successiva la stessa pignatta contenente gli identici ingredienti del giorno precedente si riempie nuovamente con acqua e dopo cottura, come prima, si beve ancora l'infuso nel corso di tutta la giornata. Ha un gusto antico.
La bevanda è ottima per curare il raffreddore e liberare efficacemente le vie respiratorie.
Se la tisana preparata non dovesse essere sufficiente per curare il malessere, il terzo giorno si preparano i nuovi ingredienti e si ripete il trattamento ancora per altri due giorni. "Il decotto ha le sue virtù", amano ripetere le anziane donne di Amendolara.

www.amendolara.eu
marzo 2012




Home | Presentazione | News | Galleria Fotografica | Monumenti | Feste e Tradizioni | Video | Contatti | Download | Links | Guestbook | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu