AMENDOLARA.EU - Foto, Video, Cultura, Tradizioni ed Eventi

Cerca

Vai ai contenuti

Risposta al Prof. Vincenzo Gerundino Indolenza amendolarese. (2016) 3.

Centro Studi per Amendolara



Risposta al Prof. Vincenzo Gerundino / Indolenza amendolarese (2016) 3.


INDOLENZA AMENDOLARESE.



Attraverso l'indolenza umana, Amendolara ha visto lentamente e storicamente arretrare la sua posizione da Capoluogo di Mandamento a fanalino di coda dei paesi altojonici. Osservandolo nella sua prospettiva storica, nessuno può negare che questo paese aveva iniziato a depauperare il suo prestigio già con l'uscita di scena di tre contemporanei uffici notarili (1850). Segno che l'epiteto dei rosetano attribuito alla personalità di noi amendolaresi - quello di essere chiacchieroni e poco concreti - ha un fondamento scientifico, oltre che storico. Il trasferimento della pretura, dei carabinieri, degli uffici finanziari e di vari servizi pubblici e privati - che hanno isolato il paese - e la corrispondente crescita delle altre località in Alto Jonio confermano la chiusura degli amendolaresi nel loro privato e nei loro interessi egoistici, piuttosto che dedicarsi a situazioni di rinascita. Chi avrebbe potuto, oltre a limitarsi alle raccomandazioni ad personam e aiuti di tipica reminiscenza feudale, è andato via e nulla ha dato a questo paese. L'elemento originale è che poi tali soggetti vengono ricordati dagli amendolaresi per aver qui avuto i natali. Non sembra anche a te, caro Cenzino, che anche questa sia retorica socialmente aberrante che si riflette nella libertà dell'uomo?
Anche questo è un segnale di debolezza degli amendolaresi. In un simile scenario, Amendolara non ha avuto una guida efficace né amendolaresi che da lontano l'abbiano amata concretamente e poco importa se la prospettiva è identica a quella regionale, per la quale tutti gli indici sociali ed economici relegano la Calabria all'ultimo posto dell'Italia.

Ecco perché, caro Cenzino è necessaria una palingenesi per la quale il "Centro Studi per Amendolara e per l'Alto Jonio" si batte da sempre, ma trova idiosincrasìa per essere originale e innovativo. Poco importa perché ho fiducia nelle future generazioni che leggeranno questi scritti e penseranno che la prima cosa da fare per la palingenesi di Amendolara sarà di annullare quella vergognosa mozione contra personam sul museo archeologico: Deliberazione del Consiglio comunale di Amendolara n.36 del 18 novembre 1997. Il ritorno delle monete, silenziosamente trasferite della vetrina del museo archeologico di Amendolara a Sibari - senza alcuna protesta istituzionale - e poi rilanciate adeguatamente sul piano turistico, sarebbe l'occasione per il cambio di marcia culturale che il "Centro Studi per Amendolara e per l'Alto Jonio" da sempre - senza lucro o diverso interesse - persegue. Da solo.

Rocco Turi

www.amendolara.eu
febbraio 2016


Home | Presentazione | News | Galleria Fotografica | Monumenti | Feste e Tradizioni | Video | Contatti | Download | Links | Guestbook | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu