AMENDOLARA.EU - Foto, Video, Cultura, Tradizioni ed Eventi

Cerca

Vai ai contenuti

SPECIALE ELEZIONI AMMINISTRATIVE AD AMENDOLARA - 4 (1993)

Centro Studi per Amendolara



SPECIALE ELEZIONI AMMINISTRATIVE AD AMENDOLARA - 4 (1993)


IL TIRACCIO
Anno XIX, n.6, giugno 1993, p.3.

SPECIALE ELEZIONI AMENDOLARA

Amendolara ha votato eleggendo a suffragio popolare diretto il suo Sindaco
di Maria Rita Acciardi



Come candidati a Sindaco e consiglieri comunali della lista "Insieme per cambiare" abbiamo affrontato la competizione elettorale con grande serenità e con grandissima fiducia nel Popolo di Amendolara che in ogni istante ci è stato vicino, con entusiasmo e voglia di esserci e, soprattutto, con la solidarietà e l'affetto che ci ha fatto sentire fortissimi.
Come candidata a Sindaco, prima, e come Sindaco, ora, non posso nascondere l'emozione di questi momenti, non posso non ripercorrere mentalmente attimi, situazioni, lotte, battaglie, sconfitte e vittorie di questi anni, di tutti noi, amarezze e mortificazioni, ma tanto entusiasmo di fare politica, tanta voglia di credere e lavorare per le cose che contano, il desiderio forte e mai nascosto di contribuire alla crescita civile e democratica, sociale ed economica del nostro Comprensorio Jonico e, in particolare, di Amendolara.
L'amicizia, il rapporto quotidiano con la gente, il lavoro comune, la convergenza di ideali ed obiettivi, il rispetto delle proprie idee e di quelle degli altri ci ha aiutati e spronati: personalmente mi ha dato la forza per superare anche i momenti difficili, quelli degli attacchi gratuiti, delle calunnie, degli insulti, delle offese, delle maldicenze strumentali, delle bugie, delle diffamazioni che si sono spesso rivelati il modo di fare politica dei nostri avversari, prima, durante e dopo la competizione elettorale.
A questi ultimi, anche ora, rispondiamo con serenità, riconfermando il senso della nostra lotta, che è stata, è, e sarà politica, di proposta, di alternanza democratica, mai di tipo personale, che è stata e sarà imperniata sul rispetto delle idee degli altri e, soprattutto, dell'uguaglianza dei cittadini, dei loro diritti e dei loro doveri.
In campagna elettorale abbiamo detto alla gente:
- quali sono gli obiettivi, i metodi e gli strumenti del nostro modo d'intendere la politica e di amministrare;
- quali sono i corretti principi dell'alternanza democratica;
- quali sono le proposte per oggi e domani;
- quale il lavoro da fare insieme;

e abbiamo anche parlato:
- di ciò che va modificato e rivisto;
- di ciò che non va;
- delle inadeguatezze amministrative;
- dei ritardi dell'azione amministrativa;
- delle disfunzioni dei servizi;
- dello stato di dissesto finanziario in cui versa il comune;
- delle opere pubbliche che vanno necessariamente realizzate;
- del disagio degli operatori commerciali, di quelli del turismo, dell'artigianato e dell'agricoltura;
- della mancata approvazione, dopo anni ed anni, del Piano Regolatore Generale;
- della mancata metanizzazione;
- delle conseguenze negative del dissesto comunale (tasse, tariffe servizi, aliquote ICI ed ICIAP, mancata concessione di mutui ecc.);
- dei problemi connessi all'approvigionamento idrico ed alla qualità dell'acqua, alla discarica abusiva, al sistema di depurazione, all'inquinamento ambientale;
- dello stato di abbandono del Centro Storico, della Chiesa madre e dei Beni Culturali;
- della inagibilità del lungomare;
- delle istituzioni che sono scomparse (Scuola Media Marina, Liceo Classico, Caserma, disabilitazione Stazione ferroviaria, ecc.);
- di una economia asfittica: della gente costretta ancora ad emigrare, degli esercizi che chiudono, delle case di difficile locazione turistica, degli investimenti mancati e di quelli realizzati da pochi e a beneficio di pochi;
dell'angosciante disoccupazione giovanile e non, della forza lavoro amendolarese costretta ogni giorno a recarsi a Trebisacce, Roseto, Oriolo, Rocca Imperiale e più lontano ancora per guadagnarsi la giornata;
- del raffronto con le altre realtà locali che vede Amendolara soccombere, pur essendo il paese con più risorse territoriali e potenzialità di tutto il Comprensorio e con un passato di solidissime tradizioni culturali, economiche e sociali.

Vogliamo guardare avanti, al mondo che cambia e si rinnova, al nostro Comprensorio, alla Piana di di Sibari, al progetto di un nuovo soggetto politico istituzionale, la provincia della Sibaritide e del Pollino, al Parco del Pollino, alle nuove opportunità di sviluppo ed occupazione.
Crediamo nei valori dell'alternanza come sistema cardine della democrazia e del rinnovamento delle regole, delle strategie e dei metodi di governo, nell'uguaglianza dei cittadini e nella parità dei diritti e dei doveri, senza pregiudizi e discriminanti.
Crediamo di poter a pieno titolo costituire un ricambio amministrativo finalizzato ad imprimere una nuova e diversa accelerazione ai processi di crescita e di sviluppo del nostro paese.

Abbiamo proposto nel nostro programma:
- l'avvio di una seria politica di programmazione comunale per un modello di turismo che faccia da traino allo sviluppo economico locale (nuove strutture ricettive, attrezzature, infrastrutture, campeggi, agriturismo, recupero Centro Storico e Beni Culturali);
- azioni di sostegno e valorizzazione delle attività agricole, con la creazione di una struttura di associazionismo e cooperazione per la commercializzazione dei prodotti agricoli locali;
- azioni di sostegno e valorizzazione delle attività artigiane (centro integrato, piano per insediamenti produttivi);
- adeguamento del Piano Commerciale alle nuove norme e sostegno alle attività esistenti;
- recupero urbanistico ed edilizio delle aree di completamento esistenti;
- espansione residenziale pubblica e privata;
- potenziamento dei servizi primari e delle opere di urbanizzazione secondaria;
- recupero dei beni culturali (archeologia, convento, chiese, castello) e dei beni paesaggistico-ambientali (Straface, Pineta, Secca di Amendolara);
- azioni di sostegno alle attività della pesca (Darsena e scogliera di difesa a mare);
- azioni di sostegno allo sport, ai servizi sociali (assistenza domiciliare agli anziani e ai portatori di handicap), alla pubblica istruzione e alla formazione culturale.

La competizione elettorale si è chiusa e la volontà popolare ha votato la nostra lista "Insieme per cambiare" ed ha votato il suo Sindaco: a poco serve che i soliti mestatori non vogliano accettare il Voto Popolare.
A loro diciamo con grande franchezza che saper perdere è importante quanto saper vincere e che il voto è esso stesso espressione di DEMOCRAZIA: oltre al voto, al di là del voto c'è solo DITTATURA.
Questo Sindaco e questi Consiglieri di maggioranza hanno affrontato con lealtà una competizione elettorale in cui i valori del rispetto per l'avversario sono stati al centro di tutto, lo hanno fatto con dignità e responsabilità, senza interessi precostituiti o latenti, senza il ricorso a minacce e ricatti, senza il supporto di uffici e strutture, senza l'avallo di comitati di affari o dei personaggi di turno che si muovono al momento opportuno per coartare e condizionare libere espressioni di volontà popolare.
Siamo fieri di essere stati soli col Popolo di Amendolara, siamo fieri di non aver comprato nulla e nessuno, siamo fieri della caratterizzazione popolare della nostra lista, così tanto bistrattata dai nostri avversari, così inadeguata al loro dire!
Siamo consci delle non poche difficoltà che ci attendono (abbiamo già trovato decreti ingiuntivi, minacce di distacco della luce per morosità e debitori a non finire), ma abbiamo una caparbia voglia di impegnarci per superare questa ed altre difficoltà.
A tutti i consiglieri eletti va il mio augurio di buon lavoro, anche ai non eletti, a tutti gli Amendolaresi, che abbiano votato per la lista "Insieme per cambiare" o per quella dell' "Arco" va il nostro grazie, ma, soprattutto, l'impegno morale di lavorare insieme per una Amendolara civile, libera, democratica, matura, serena e ricca di futuro e l'appuntamento per l'insediamento della nuova Amministrazione,giorno 13 giugno alle ore 11:00.

Maria Rita Acciardi


www.amendolara.eu

maggio 2015

Home | Presentazione | News | Galleria Fotografica | Monumenti | Feste e Tradizioni | Video | Contatti | Download | Links | Guestbook | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu