AMENDOLARA.EU - Foto, Video, Cultura, Tradizioni ed Eventi

Cerca

Vai ai contenuti

STORICA INIZIATIVA EDITORIALE PER AMENDOLARA NEL 1993 (2015)

Centro Studi per Amendolara



UNA STORICA INIZIATIVA EDITORIALE PER AMENDOLARA NEL 1993 (2015)


Una storica iniziativa politico editoriale "Per Amendolara"

IL TIRACCIO
EDIZIONE STRAORDINARIA

Giugno 1993

ELEZIONI AMENDOLARA

Cronaca e analisi in tempo reale



Il 6 giugno 1993 - la prima volta in Amendolara - si votò per l'elezione diretta del sindaco. Il "Centro Studi Per Amendolara", la prima volta nella storia del paese, in collaborazione con IL TIRACCIO, periodico dell'Alto Jonio diretto da Raffaele Galasso, si cimentò in presa diretta e in tempo reale nella completa cronaca e analisi del voto comunale, approfondimenti e commenti successivi; un esperimento che ebbe notevole successo. Fu la prima iniziativa della storia in tutto l'Alto Jonio, purtroppo mai più ripetuta.
Nell'occasione, in tempo reale fu pubblicato un numero speciale a colori di quattro pagine de IL TIRACCIO che, nonostante i limiti tecnici del tempo, fa ora parte della storia politica e sociale più impegnata dell'Alto Jonio e dei numerosi meriti che il "Centro Studi Per Amendolara e Per l'Alto Jonio" ha conseguito a costo zero a favore degli amendolaresi. I testi pubblicati su IL TIRACCIO, che già oggi - se interpretati - appaiono molto significativi per alcuni aspetti paradossali trattati dagli autori, saranno oggetto di studio per i futuri intellettuali. Naturalmente il CSA ha sempre lavorato per il territorio senza attendere plausi e gratificazioni, le quali, se fossero giunte, avrebbero suscitato la consapevolezza di non aver compiuto qualcosa di importante. Ad Amendolara, come ben noto, le benemerenze si acquisiscono senza dare contributi al paese, ma questo non è mai stato il nostro precipuo compito di vita. Il nostro obiettivo - da vicino e da lontano e all'insegna della totale libertà di parola e della riservatezza - è sempre stato finalizzato all'impegno "Per Amendolara" senza appartenenza a gruppi o politica e senza lo scopo di mettere in tasca una sola lira comunale. In quel caso, ovviamente, nessuno potrebbe oggi avere il diritto di parola nella difesa d'ufficio per un paese che - solo per definizione - tutti amiamo. Per dirla davvero tutta, negli anni ottanta e ai tempi dell'appartenenza alla democrazia cristiana, ci siamo impegnati a fare del bene concretissimo e a risolvere nella riservatezza consistenti problemi a personaggi della politica amendolarese, continuando - poi - anche negli anni novanta nei confronti di certi giovani ingrati, sempre nel silenzio e totale riservatezza.
Di seguito vengono presentati tutti gli scritti che nell'immediatezza delle elezioni del giugno 1993 e nei numeri successivi de IL TIRACCIO furono pubblicati.
Non ci si può astenere dalla considerazione che in Amendolara il ricambio di qualità all'interno della sua classe politica sia rimasta ferma agli anni ottanta e all'ingegnere Franco Melfi e non è un buon segnale. Nessuno può negare che Mario Melfi sia l'unico politico locale ancora riconosciuto fuori dal territorio amendolarese e non è un buon segnale. Per Mario è certamente un dato positivo ma non lo è per il paese per il quale una decina di anni fa alcuni amici mi chiesero se mai Amendolara fosse in grado di esprimere altri giovani per guidarla meglio. La risposta fu: "No, in Amendolara non vi è un progetto politico concreto e innovativo che abbia un minimo di autorevolezza e tutto è fermo intorno alle idee peraltro già note dell'ex sindaco Mario Melfi".
La correttezza di questa breve analisi viene dimostrata dalla mancanza di contributi culturali e dalla demagogia diffusa in questo paese, che da 50anni il "Centro Studi Per Amendolara" contrasta fuori dal coro. Semmai ci sarà un seguito a questo articolo (ma non ci sarà), il "Centro Studi Per Amendolara", che nonostante gli impegni di altra natura è sempre presente, promette il dibattito nella totale chiarezza e libertà.
Siamo nel 2015 e in Amendolara già si parla di elezioni amministrative del 2016. Alla luce delle conoscenze attuali non ci sarebbe alternativa più autorevole alla candidatura di Mario Melfi, di cui - peraltro - è nota la sua indole per averlo già visto amministrare. Tuttavia, Mario sarebbe un candidato più che affidabile, ma nella funzione di amministratore anche prevedibile nei risultati. Insomma, la domanda dei miei amici è sempre più attuale: mai possibile che in Amendolara ancora non vi siano le potenzialità per formare una nuova classe politica desiderabile?

Rocco Turi

www.amendolara.eu
maggio 2015


Home | Presentazione | News | Galleria Fotografica | Monumenti | Feste e Tradizioni | Video | Contatti | Download | Links | Guestbook | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu