AMENDOLARA.EU - Foto, Video, Cultura, Tradizioni ed Eventi

Cerca

Vai ai contenuti

Trebisaccesi e amendolaresi a Fatima e a Lourdes

Centro Studi per Amendolara



IL TIRACCIO, anno XVIII, n.10, novembre-dicembre 1992, p. 11.
Trebisaccesi e amendolaresi a Fatima e a Lourdes.
Di Rocco Turi


Anche quest'anno si è svolto con successo il pellegrinaggio che Don Pietro De Tommaso organizza ormai da decenni attraverso le più belle chiese d'Europa. Le mete raggiunte nello scorso agosto, con un tour che è durato due settimane, sono state Fatima e Lourdes. Il viaggio ha toccato anche luoghi di piacevole interesse turistico, paesaggistico e antropologico. Madrid, Lisbona, i Paesi Baschi, La Francia meridionale, Lione, il Principato di Monaco, sono stati fra i luoghi che hanno fatto da piacevole contrappeso a un viaggio di fede, a cui la maggior parte degli aderenti si era preparata con particolare carità cristiana.
La visita alla Madonna di Fatima ha rappresentato per tutti un elevato luogo di spiritualità. La fiaccolata - che ogni sera accompagna la processione dell'immagine sacra - ha espresso un colpo d'occhio suggestivo e di grande richiamo. La gente vi ha partecipato con commozione e trepidante attesa di un mondo migliore e di una società più giusta. Il pellegrinaggio alle povere case dei tre pastorelli Lucia, Giacinta e Francesco, che videro per la prima volta l'apparizione della Madonna e una gita sulla spiaggia battuta dall'Oceano Atlantico hanno concluso l'itinerario portoghese.
La tappa a Lourdes ha dato la conferma di luogo dal fascino che non ha eguali. Migliaia di pellegrini, che ogni giorno raggiungono questa parte della Francia, sono permeati dal coraggio e dalla speranza che anche i mali peggiori possano essere guariti con la fede più vigorosa. Nella Grotta delle Apparizioni la gente prega, piange, si commuove: è talmente cara che non vorresti mai andar via. Anche qui la partecipazione alla via Crucis di ogni sera, la fiaccolata a cui aderiscono migliaia di pellegrini da ogni parte del mondo e le preghiere recitate nelle varie lingue, danno a tutti una serenità e infondono speranza che solo questo luogo lascia percepire. Il bagno nell'acqua miracolosa, poi, è il momento più misterioso ed arcano e il credente partecipa al rito con amore intenso e fede incommensurabile. Si riparte da Lourdes con un cuore pieno così e con tanta speranza.
Le due settimane di viaggio, però, hanno rappresentato anche un momento di particolare allegria e socialità fra tutti. Canti, barzellette, episodi di gaiezza e buonumore hanno dato a ognuno lo spunto per evadere dai problemi quotidiani e dalle preoccupazioni che ognuno porta sempre con sé. Un grazie a Don Pietro e a Don Cicco Morano per aver avuto l'idea di condurre in Francia, Spagna e Portogallo e particolarmente a Fatima e Lourdes alcune decine di amendolaresi e trebisaccesi e un invito affinché anche il prossimo anno continuino con questa meritoria opera di fede e di socialità.

L'articolo è unito a una fotografia con la seguente didascalia: Don Pietro De Tommaso, Don Ciccio Morano e il gruppo degli Amendolaresi e dei Trebisaccesi fotografati a Lourdes.


www.amendolara.eu
Giugno 2012



Home | Presentazione | News | Galleria Fotografica | Monumenti | Feste e Tradizioni | Video | Contatti | Download | Links | Guestbook | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu